Senza guardarsi indietro

Ci sono storie che ti avvingono fin dalla prima pagina, anche se contengono tanti dejà vu, perché parlano di temi eterni, di riscatto e di speranza, di guerra e di passione, di voglia di fare e di andare avanti. Senza guardarsi indietro di Lesley Pearse è uno di questi casi. La storia di Matilda Jennings, che parte come fioraia della Londra vittoriana, per poi diventare governante di una bimba, pioniera negli Stati Uniti, protagonista della Febbre dell’oro, infermiera durante la guerra di secessione, proprietaria di un locale esclusivo di San Francisco, ricca miliardaria filantropa, ti travolge, insieme a quelle delle miriadi di personaggi che incontra, a cominciare da Tabitha, la bimba a cui salva la vita in una via di Londra e che diventerà per lei più di una figlia, oltre che una delle prime donne medico.
Ci sono tante cose in questo romanzo, dai romanzi di Dickens a La figlia della fortuna di Isabel Allende, ma il dejà vu non dà fastidio, stemperato con un buon stile di scrittura, che ti fa andare avanti, senza guardarti indietro, come fa Matilda, da quando riesce pian piano a tirare su la testa fino alla fine, quando si congeda dai suoi cari e da chi si è appassionato con la sua storia non mancando di strappare qualche lacrima. Una vita travolgente, in cui oltre ad avventura, passione, c’è anche solidarietà e battaglie sociali, visto che Matilda saprà aiutare chi è meno fortunato, soprattutto le donne. Un libro che si può leggere o come romance, o come romanzo storico, o come romanzo sociale, o semplicemente come una bella lettura appassionante e appassionata, in grado di darti delle grandi emozioni.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: