La rilegatrice di libri proibiti

La Londra vittoriana, la società maschilista e bigotta all’apparenza ma che nasconde depravazioni allucinanti, la vicenda umana di Dora, oppressa da un marito invalido che ha fatto debiti di cui prende le redini nella legatoria, per poi finire a rilegare libri erotici per un club di gentiluomini dalle pulsioni nascoste che iniziano a ricattarla, un finale forse a tratti poco credibile che si scioglie in un’esaltazione dell’amicizia tra donne: mi attirava e devo dire che mi è piaciuto, per l’inno che fa alla libertà di noi donne e soprattutto alla libertà che danno i libri, alla carica di rivoluzione che possono portare in loro. Peccato che l’autrice, Belinda Starling, sia morta prematuramente nel 2006, lasciando un marito, due bambini e una promettente carriera come scrittrice e come cantante.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: