archivio

Film in costume

E’ un cambiamento che ho fatto già da un po’ di tempo in questo blog, ma che volevo sottolineare: ho tolto tutto il materiale su quel genere allucinante che è il romance storico, tra eroine indomite che si fanno domare da maschioni di turno e vedono più uccelli di un orinatoio, ricostruzioni storiche fatte alla cavolo e altre amenità.
Un genere aberrante, che presenta modelli di donne obsoleti e retrogradi, sottomesse e pronte a sacrificare tutto per il grande amore, con il risultato che poi nella vita reale una donna muore ogni due giorni perché ha creduto a queste puttanate (e ad altre di ambientazione moderna, tipo le sfumature, o con coppie improbabili tra vampiri e ragazze sfigate).
Romanzacci che vogliono ispirarsi in parte a maestre come Jane Austen e la sorelle Bronte, ma che non si avvicinano neanche alla carta igienica usata da queste grandi autrici, e che hanno contaminato film, serie tv e simili. Grazie no, non so che farmene. Sta robaccia ha ammorbato la mia adolescenza, non la intendo guardare o leggere mai più. E ho in mente, tempo permettendo, di fare un blog apposito intitolato appunto Romance sucks.
Comunque ci sarà sempre spazio per capolavori come Lady Oscar o romanzi storici validi senza kamasutra e attacchi di melensaggine, per l’arte, le cose valide, le mostre, i fatti veri e i Musei qui ci sarà sempre posto.